1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

La SNB intensifica misure per contrastare forza del franco svizzero

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Swiss National Bank (SNB) intensifica il suo impegno per contrastare l’eccessivo apprezzamento del franco svizzero che rischia di penalizzare l’attività economica del Paese elvetico. L’istituto centrale ha annunciato oggi che, nonostante le misure annunciate nei giorni scorsi hanno contribuito a far scendere le quotazioni del franco, la valuta risulta ancora “massicciamente sopravvalutata”. La SNB ha così deciso di espandere ulteriormente l’offerta di liquidità sul mercato monetario espandendo, con effetto immediato, i depositi a vista da 120 a 200 miliardi di franchi svizzeri. Per fa ciò continuerà a effettuare operazioni swap su divise. La nota della SNB rimarca infine che, se necessario, è pronta a prendere nuove misure per contrastare la forza del franco.

Commenti dei Lettori
News Correlate
AUMENTO DI CAPITALE

Carraro: offerta in opzione, sottoscritto il 99,684%

A conclusione dell’offerta in opzione nell’ambito dell’aumento di capitale, Carraro ha annunciato che sono stati esercitati 43.225.974 diritti per la sottoscrizione di 33.620.202 azioni, pari al 99,684% del totale.

Il controvalore complessivo è d…

BANCHE ITALIA

Veneto Banca: Cda chiede intervento Atlante per ricapitalizzazione

Oggi il Cda di Veneto Banca “ha riaffermato – si legge in una nota diffusa dall’istituto – la propria piena fiducia nella prospettiva dell’aggregazione con Banca Popolare di Vicenza come condizione per il rilancio delle due banche, importante per lo …

MERCATI

Chiusura di ottava di poco sotto la parità per le borse europee

Grazie a un miglioramento nella seconda parte innescato dalla revisione al rialzo del Pil statunitense del primo trimestre (+1,2%), i listini europei riducono le perdite e chiudono la settimana di poco sotto la parità.

A Londra il Ftse100 ha term…

MACRO

Stati Uniti: fiducia dei consumatori a 97,1 punti a maggio

Nel mese di maggio l’indice di fiducia dei consumatori elaborato dall’Università del Michigan si è attestato a 97,1 punti, dai 97 di aprile. Nella stima flash il dato era risultato pari a 97,7 punti.