1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Bilancio Mondo ›› 

Smucker’s balza dell’8% a Wall Street dopo trimestrale migliore delle attese

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Una trimestrale migliore delle attese mette le ali a J.M. Smucker a Wall Street. Quando è trascorsa più di un’ora dall’inizio delle contrattazioni Oltreoceano, il titolo del gruppo alimentare americano prende quasi l’8%, scambiando a 47,12 dollari per azione. J.M. Smucker ha annunciato di avere archiviato il trimestre concluso il 30 aprile con profitti pari a 94,3 milioni di dollari, o 80 centesimi per azione, rispetto ai 37,1 milioni, o 67 centesimi per azione, registrati nello stesso trimestre di un anno fa. La società continua a beneficiare dell’acquisizione di Folgers Coffee dello scorso anno. Escludendo le spese di ristrutturazione e acquisizione i profitti si attestano nel trimestre a 1,02 dollari, battendo le stime degli analisti a 62 dollari. Il fatturato è salito dell’81% a 1,07 miliardi nel trimestre. Il gruppo di Orrville ha stimato un utile per azione adjusted per l’intero 2010 tra 3,65 dollari e 3,80 dollari per azione.

Commenti dei Lettori
News Correlate
TRIMESTRALI USA

Bed Bath & Beyond: -10,6% per il titolo nel pre-mercato

Tonfo nel pre-mercato per Bed Bath & Beyond, in rosso del 10,6% a seguito della presentazione dei numeri trimestrali. Nei primi tre mesi dell’esercizio il retailer statunitense ha registrato un utile di 75,3 milioni di dollari, in calo rispetto ai 12…

TRIMESTRALI USA

Adobe: rally del titolo nel pre-mercato

Nel secondo trimestre fiscale la statunitense Adobe Systems ha registrato un utile netto di 374,4 milioni di dollari, pari a 75 centesimi per azione, su vendite per 1,77 miliardi.

Il risultato per azione in versione “adjusted”, depurato cioè dell…

TRIMESTRALI USA

FedEx: conti trimestrali sopra la stime titolo positivo nel pre-mercato

+0,5% nel pre-mercato di Wall Street per il titolo FedEx. Il colosso della logistica a stelle e strisce ha annunciato di aver chiuso il quarto trimestre fiscale con un utile di 1,02 miliardi di dollari, contro il rosso di 70 milioni di un anno prima….