1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Smi, la rottura della trendline ascendente conferma la visione short

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le tensioni che hanno interessato negli ultimi giorni i mercati azionari globali hanno avuto ripercussioni anche sul principale indice elvetico, lo Smi. Il paniere ha infatti violato al ribasso con la chiusura di lunedì scorso la trendline ascendente di medio che ne sosteneva le quotazioni da metà marzo. La linea di tendenza è stata ottenuta con i minimi intraday del 17 marzo e del 18 aprile. L’indicazione generata si inserisce in un contesto tecnico già deteriorato da alcune settimane. Nello specifico il riferimento è all’avvenuta violazione al ribasso lo scorso 9 marzo della trendline rialzista di lungo corso disegnata con i minimi del 5 luglio e del 25 agosto 2010. La serie di top giornalieri toccati durante le sedute del 2, 13 e 20 maggio non sono stati altro che semplici pull back della linea di tendenza. Partendo da questi presupposti è quindi lecito implementare o incrementare una strategia ribassista in occasione di quelli che si potrebbero considerare rimbalzi tecnici, anche marcati vista la presenza di un ampio gap down lasciato aperto tra la chiusura di venerdì e l’apertura di lunedì. In quest’ottica posizionarsi in vendita a 6.505 punti. Con stop solo con ritorni sopra i 6.620 punti, i due target individuati sono rispettivamente a 6.340 e 6.245 punti.