Smi, quello odierno è un semplice pull back che permette di aprire nuovi short?

Inviato da Riccardo Designori il Mar, 06/09/2011 - 16:39
Quotazione: SMI
Gli investitori hanno apprezzato la decisione odierna dalla Banca centrale svizzera di considerare come livello minimo del cross che lega la divisa elvetica all'euro a 1,20: le aziende dei 26 cantoni riducono così il loro svantaggio competitivo rispetto alle concorrenti dell'Eurozona e mitigano i timori di un'eccessiva pressione sulla marginalità. Come naturale conseguenza lo Smi, comunque in flessione dello 16,925% da inizio anno, quest'oggi si avvia a chiudere una seduta di contrattazione decisamente positiva. Il quadro tecnico di medio periodo tuttavia appare ancora negativo, specie alla luce del cedimento avvenuto venerdì e confermato ieri del sostegno offerto dalla trendline ascendente tracciata con i minimi crescenti dell'11 e del 19 agosto. In questa direzione va anche la constatazione che il massimo dello scorso 1 settembre a 5.572,61 punti ha trovato una valida resistenza grafica nel livello ereditato dal maggio/giugno 2009. Partendo da questi presupposti è quindi lecito sfruttare il rimbalzo odierno per iniziare a pensare all'apertura di una strategia short con la vendita del paniere in corrispondenza dei 5.540 punti. Con stop posto a 5.645 punti, il primo target è individuato a 4.955 punti mentre il secondo è a 4.735 punti.
COMMENTA LA NOTIZIA