1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Smi, area di correzione dopo il rally

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Le indicazioni di vendita generate ieri dalle quotazioni dello Smi svizzero sono state confermate e avvalorate dalla flessione di oggi. Il principale listino della Borsa elvetica in questo inizio di ottava ha infatti violato al ribasso i supporti statici posti in prossimità di area 5.522 punti. Ad avvalorare le prospettive ribassiste del listino vi sono inoltre altre considerazioni di carattere tecnico. Oltre alla constatazione che il paniere ha incrociato ieri negativamente dall’alto verso il basso le medie mobili di breve, medio e lungo termine sul daily chart, non si può non ricordare come lo scorso 10 novembre a capitolare furono i supporti dinamici espressi dalla trendline ascendente tracciata con i minimi dell’11 agosto e del 23 settembre. I top registrati a cavallo tra l’11 e il 16 novembre hanno sempre rappresentato il classico pull back della violazione, con l’indice incapace di oltrepassare le resistenze sia a livello daiy che intraday. Va interpretata negativamente anche la mancata reazione dello Smi in prossimità dei supporti statici presenti tra i 5.540 e i 5.570 punti. Il range menzionato aveva infatti ripetutamente ostacolato le velleità ascendenti del listino a cavallo tra il 4 agosto e il 27 settembre. Una sua tenuta, seppur parziale, avrebbe evidenziato la possibilità che i compratori potessero riaffacciarsi. Il non verificarsi di detta fattispecie acuisce invece le pressioni ribassiste. Partendo dalle considerazioni sviluppate nel corso dell’analisi, è possibile sfruttare eventuali rimbalzi tecnici per implementare una strategia short con la vendita del listino a 5.535 punti. Con stop posto a 5.735 punti, il primo target è a 5.231 punti mentre il secondo è a 5.129 punti.