1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Mondo ›› 

Six (S&P’s): Bce, inutile caricare ulteriormente il Qe nel 2016

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Banca centrale europea ha fatto tutto quanto poteva sul fronte del Quantitative easing e sebbene molti attendano ulteriori interventi, questi potrebbero avere un’efficacia ridotta. Per il capo economista Emea di S&P’s Jean-Michel Six “nella seconda metà del 2015 sono emerse delle difficoltà esogene che hanno reso più difficoltosa la trasmissione all’economia reale degli interventi della Bce”. Tra queste difficoltà il basso prezzo delle materie prime e la conseguente mancanza di inflazione. “La via migliore – ha spiegato Six nel corso della conferenza stampa annuale di S&P’s – è la prosecuzione sulla strada dei tassi di deposito in territorio negativo. Una situazione completamente nuova per la Banca centrale che dovrebbe servire a spingere le banche a non tenere i capitali depositati a Francoforte ma farli affluire all’economia reale o, in alternativa, impegnarli nell’acquisto di asset stranieri. In tal modo si avrebbe come effetto indiretto un deprezzamento dell’euro favorevole all’economia europea”.