Sisal: il SuperEnalotto verso Piazza Affari, presentata domanda di ammissione in Borsa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN
Sisal e il SuperEnalotto si avvicinano a grandi passi verso Piazza Affari. La società, capogruppo del Gruppo Sisal, tra i principali operatori del mercato italiano dei giochi e dei servizi di pagamento, ha annunciato ieri sera di avere presentato a Borsa Italiana la domanda di ammissione a quotazione delle proprie azioni ordinarie sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana.
Deutsche Bank AG, London Branch e UBS Limited agiranno sia in qualità di joint global coordinators sia come joint bookrunners – si legge in una nota diramata dalla società ieri sera – Banca IMI e UniCredit Corporate & Investment Banking agiranno invece in qualità di joint bookrunners; UniCredit Corporate & Investment Banking sarà inoltre responsabile del collocamento per l’offerta pubblica e Banca IMI rivestirà altresì il ruolo di sponsor. Linklaters agisce in qualità di advisor legale di Sisal Group,  Latham & Watkins LLP agisce come advisor legale per i joint global coordinators e i joint bookrunners”. La società di revisione è  PricewaterhouseCoopers.
Ma chi è Sisal?
Sisal, nata nel 1946, è stata la prima azienda italiana a operare nel settore del gioco come concessionario dello Stato. Sisal Group, guidato dall’amministratore delegato Emilio Petrone, è attivo nei mercati dei giochi e dei servizi di pagamento, con oltre 45 mila punti vendita capillarmente distribuiti sul territorio nazionale. Sisal Group gestisce i giochi SuperEnalotto, SiVinceTutto-SuperEnalotto, Vinci per la Vita-Win for Life ed Eurojackpot.