1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Sirti vuole crescere all’estero, nel mirino Libia e Dubai

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Crescere “passo dopo passo in stile alpino”. Sirti non vuole perdere il treno per cogliere le migliori opportunità di crescita soprattutto all’estero. Ha le idee ben chiare il suo presidente, Gianni Maria Chiarva che si è posto come obiettivo il raggiungimento di una quota del 15% del fatturato da attività estere entro fine anno. L’eccessiva dipendenza di Sirti dalle commesse da parte di Telecom Italia vuole essere contrastata con una ripresa dell’internazionalizzazione a partire dalla Libia. “Stiamo lavorando alla costruzione di un backbone tlc in fibra ottica in Libia”, ha dichiarato Chiarva. Un contratto dal valore di 68 milioni. Poi l’azienda ingegneristica milanese guarda anche all’Arabia Saudita e agli Emirati Arabi. “Stiamo partecipando alla gara per i sistemi di comunicazione nel nuovo aeroporto di Dubai”, fa presente il presidente di Sirti.