Siniscalco si dimette. L'Italia nelle mani degli interim di Berlusconi?

Inviato da Redazione il Gio, 22/09/2005 - 08:31
Domenico Siniscalco ha rassegnato ieri sera le proprie dimissioni con una lettera consegnata direttamente nelle mani di Silvio Berlusconi e dopo un lungo colloquio con il premier stesso e con il sottosegretario Gianni Letta. Il ministro dell'Ecomomia, le cui dimissioni devono essere ancora accettate, era stato messo sotto attacco da Lega Nord e Udc a causa della posizione di estrema durezza assunta nei confronti del governatore della Banca d'Italia Antonio Fazio, una contrapposizione che era costata cara anche al suo predecessore Giulio Tremonti che ora viene accreditato per un ritorno su quella stessa poltrona a meno che non sia Berlusconi ad assumere l'incarico con l'ormai proverbiale "interim". Siniscalco era sotto pressione, sempre per le contestazioni di Udc e Lega, anche per la Finanziaria che dovrà essere presentata in Parlamento tra otto giorni e proprio la necessità dettata dai tempi stretti potrebbe portare il Quirinale ad avere un atteggiamento negativo nei confronti delle dimissioni.
COMMENTA LA NOTIZIA