Sias, utile netto balza a 167,6 milioni nel 2005

QUOTAZIONI Sias
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il consiglio di amministrazione della Sias S.p.A. ha esaminato il bilancio di esercizio ed il bilancio consolidato al 31 dicembre 2005. A livello di gruppo, il 2005 si è chiuso con un utile netto pari a 167,6 milioni di euro, contro i 97,2 milioni che avevano caratterizzato l’anno precedente. I ricavi del settore autostradale sono saliti dai 350 milioni del 2004 a 362 milioni, il margine operativo lordo è migliorato da 247,2 milioni a 279,5 milioni, il risultato operativo è rimasto praticamente stabile attestandosi nel 2005 a 177,6 milioni e l’utile al lordo delle imposte si è alzato dai 159,8 milioni del 2004 a 230,9 milioni. La posizione finanziaria netta del gruppo ha evidenziato, al 31 dicembre 2005, un saldo passivo di 337 milioni di euro (287 milioni di euro al 31 dicembre 2004). Per quanto riguarda la capogruppo Sias S.p.A., il bilancio (redatto in conformità ai vigenti principi contabili nazionali) ha mostrato un utile per l’esercizio 2005 di circa 217,1 milioni di euro (40,7 milioni di euro nel 2004). “Il significativo incremento, rispetto al precedente esercizio (+176,4 milioni di euro) è”, come si apprende da una nota della società del gruppo Gavio, “riconducibile all’aumento verificatosi nei dividendi rivenienti dalle società controllate (pari a 177 milioni di euro) e correlati – principalmente – al positivo risultato consuntivato dalla controllata Salt S.p.A.”. Il cda ha convocato, per il 28 aprile 2006 (1ª convocazione) e per il 5 maggio 2006 (2ª convocazione), l’assemblea degli azionisti, alla quale verrà proposta la distribuzione di un dividendo – a saldo – pari a 0,20 euro per azione per complessivi 25,5 milioni di euro. L’ammontare globale del dividendo relativo all’esercizio 2005 – tenuto conto della distribuzione di un acconto, pari a 0,20 euro per azione, effettuata nel mese di ottobre 2005 – risulta pari a 0,40 euro per azione, per complessivi 51 milioni di euro (con un incremento, rispetto al 2004, pari al 54%).

Commenti dei Lettori
Dal Forum
News Correlate

Astm e Sias, accordo per acquisire co-controllo di Ecorodovias

Astm e Sias hanno finalizzato un accordo con CR Almeida per acquisire il co-controllo di una nuova società di diritto brasiliano, una newco, a cui verrà conferito il 64% di Ecorodovias, il terzo operatore autostradale del Brasile. L’operazione prevede che Astm e Sias sottoscrivano un aumento di capitale da 529 milioni di euro, di cui […]

Borsa Italiana: Sias coopta Stefano Della Gatta come consigliere di amministrazione

Sias, società quotata nel paniere FTSE Italia Mid Cap di Borsa Italiana e tra i maggiori investitori privati italiani nel settore delle infrastrutture di trasporto, ha reso noto che il Consiglio di Amministrazione odierno ha cooptato come consigliere Stefano Della Gatta in sostituzione di Graziano Settime che si era dimesso dal ruolo lo scorso 30 […]

Sias: aumento del traffico e delle tariffe sostengono i conti del terzo trimestre

Il Cda di Sias riunitosi quest’oggi per esaminare i risultati del terzo trimestre e dei primi 9 mesi del 2014 ha approvato il resoconto intermedio di gestione. Nel terzo trimestre la concessionaria autostradale che fa capo alla famiglia Gavio ha registrato un giro d’affari pari a 271,699 milioni di euro. Con questo dato, i ricavi […]

Sias: Lazard scende al 4,966% (Consob)

Lazard Asset Management riduce la propria partecipazione nel capitale sociale di Sias scendendo al 4,966% dal precedente 5,005%. E’ quanto si legge nelle comunicazioni Consob sulle partecipazioni rilevanti delle società quotate, in cui viene riportata come data dell’operazione lo scorso 12 maggio.

Sias: ricavi trimestrali in crescita del 9,58% a 196,4 milioni

Sias ha archiviato il primo trimestre con una crescita del traffico autostradale dell’1,4% e con ricavi netti da pedaggio saliti di 17,2 milioni (+9,58%) a 196,4 milioni di euro. Il margine operativo lordo (Ebitda) ha segnato un incremento del 18,8% a 128,7 milioni mentre l’indebitamento finanziario netto è migliorato di 12 milioni rispetto a fine […]