Si stemperano le tensioni sui mercati. In Libia avanzano i ribelli. Milano riconquista il segno più -1

Inviato da Micaela Osella il Lun, 28/03/2011 - 10:45
Si stemperano le tensioni sui mercati. E le Borse vanno su, nonostante un nuovo allarme è scattato sulla centrale di Fukushima, dove secondo le ammissioni delle autorità giapponesi si sarebbe verificata una parziale fusione, ma a controbilanciare il sentiment sono le notizie che soffiano forte della Libia: questa mattina si è appreso di una possibile svolta della situazione in Libia, dove i ribelli hanno riconquistato buona parte dei pozzi petroliferi. Un portavoce dei ribelli contro Muammar Gheddafi, Shamsiddin Abdulmolah, ha annunciato questa mattina che la città di Sirte è in mano dei pro-democratici.
COMMENTA LA NOTIZIA