Si offuscano le perle nere di Piazza Affari, colpa del calo del greggio

Inviato da Micaela Osella il Gio, 04/01/2007 - 09:11
Quotazione: SAIPEM
Quotazione: ENI
Quotazione: TENARIS
Si offuscano le perle nere del petrolio a Piazza Affari. Eni accusa un ribasso dello 0,82% scambiando a 25,3 euro. Segno meno per Saipem (-1,49%) che scivola a quota 19,36 euro. Fa ancora peggio Tenaris con un calo di oltre due punti percentuali a 18,29 euro. A guastare il sentiment sulle società petrolifere è il calo del greggio negli scambi elettronici in Asia dove resta al di sotto dei 59 dollari a causa delle inattese temperature miti che si registrano in questi giorni negli Usa. Il contratto per consegna a febbraio del light sweet crude è trattato a 58,15 dollari dai 58,32 di ieri sera a New York, dove il greggio ha toccato il livello più basso dal 20 novembre scorso. Lo stesso contratto per il Brent passa di mano a 57,91 dollari.
COMMENTA LA NOTIZIA