Shopping nei cieli: maxi commesse per Airbus e Boeing dagli Emirati Arabi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Commesse record per

l’europea Airbus e la statunitense Boeing in arrivo dagli Emirati Arabi.Emirates Airline di Dubai ed Etihad Airways di Abu Dhabi, ma anche Qatar
Airways
hanno ordinato oltre 300 aerei. Un maxi ordine che è stato comunicato
nel corso del Dubai Airshow che ha preso il via ufficialmente ieri. La
dodicesima edizione della manifestazione, che rappresenta il principale evento
commerciale del Medio Oriente dedicato al settore, chiuderà i battenti giovedì
21 novembre.

Ma vediamo nel
dettaglio le maxi commesse annunciate ieri. Emirates ha ordinato 150 Boeing 777
x, per una cifra pari a 76 miliardi di dollari, e 50 vettori Airbus A380, per
23 miliardi (prezzi da catalogo). Nel corso del Dubai Airshow Etihad ha invece
acquistato 87 Airbus e 56 Boeing. Quanto alla Qatar Airways ha ordinato 5
Airbus con un’opzione di otto, e 50 Boeing. Una commessa
“storica”, come l’ha definita, proprio il produttore di velivoli
americano Boeing.

E nel corso del
salone aeronautico Etihad ha annunciato che rileverà una partecipazione pari al
33,3% nel vettore svizzero Darwin Airline. Una volta completato l’investimento
di minoranza, sottoposto al via libera delle autorità competenti, Darwin Airline
cambierà il suo brand in Etihad Regional allineando il suo network e collegando
i passeggeri dei mercati europei secondari ai principali network di Etihad
Airways e dei suoi partner internazionali.

Un interesse per l’Europa
che ha presto scatenato i rumors sull’Italia. Secondo indiscrezioni stampa il
governo Letta starebbe infatti guardando da vicino a queste ricche compagnie
arabe per coinvolgerle nel piano di salvataggio di Alitalia dopo la chiusura dei russi di Aeroflot. E proprio la pista di Etihad sembrerebbe prendere sempre più piede.

 

Commenti dei Lettori
News Correlate
USA

Wall Street: scambi misti sul mercato futures dopo Pil deludente

Futures misti sulle piazze americane dopo la pubblicazione del dato sul Pil annualizzato del primo trimestre 2017. L’economia statunitense è cresciuta al ritmo più debole degli ultimi tre anni nei primi tre mesi dell’anno. Questa dinamica è stata det…

Russia: banca centrale taglia i tassi al 9,25%

La banca centrale russa ha deciso di tagliare il tasso chiave portandolo dal 9,75% all’attuale 9,25 per cento. I mercati si attendevano un taglio, ma stimavano una discesa al 9,50 per cento. “L’inflazione si sta muovendo verso il target fissato, le a…

Elezioni Francia: Macron avanza nei sondaggi, a lui il 60% dei voti

Il candidato centrista Emmanuel Macron avanza nei sondaggi. Secondo l’ultima indagine Opinionway-Orpi per Les Echos e Radio Classique, Macron batterebbe nel secondo turno delle elezioni presidenziali in Francia la rivale Marine Le Pen con il 60% dei …

Inflazione Eurozona torna ad accelerare, aumentano pressioni su Bce

L’inflazione della zona euro torna ad approcciare il target del 2% perseguito dalla Bce mostrando inoltre una decisa accelerazione ad aprile della componente core, ossia l’inflazione di fondo, salita ai massimi a quasi 4 anni. Indicazioni che vanno a…