Settore tlc limita le perdite nel terremoto dei mercati, focus su Telecom Italia

Inviato da Valeria Panigada il Ven, 05/08/2011 - 11:37
In una giornata ancora intonata alle vendite dopo il terremoto di ieri, il comparto delle telecomunicazioni limita le perdite. Considerando che tutti gli indici di settore sono in rosso, lo STOXX Europe 600 Telecommunications è tra i migliori mostrando un calo dell'1,90%. Tra i singoli nomi gli occhi sono rivolti a Telecom Italia che oggi ha alzato il velo sui conti. Nei primi sei mesi dell'anno si è registrato una perdita netta di 2,01 miliardi di euro, come conseguenza della svalutazione dell'avviamento per 3,18 miliardi. Senza questo intervento l'utile ammonterebbe a 1,17 miliardi di euro, in linea con il primo semestre. In aumento del 10% i ricavi a 14,5 miliardi di euro. L'Ebitda si è attestato a 5,97 miliardi di euro (+4,3%), mentre l'Ebit è stato negativo per 51 milioni, con una riduzione di 2,93 miliardi rispetto al primo semestre 2010. I risultati sono stati accolti bene dal mercato. Il titolo Telecom Italia è tra i migliori del paniere Ftse Mib e in questo momento mostra un rialzo superiore al 3% scambiando a 0,829 euro. Non scampano alle vendite invece i colleghi europei, con France Telecom e Deutsche Telekom in calo di oltre il 2%, mentre Bt Group cede a Londra il 3,5%.
COMMENTA LA NOTIZIA