Settore petrolifero bollato underweight dal Csfb

Inviato da Redazione il Ven, 27/08/2004 - 10:27
Quotazione: ENI
Il comparto petrolifero per gli analisti di Credit Suisse First Boston è da sottopesare in portafoglio. Il motivo? "Il prezzo del petrolio è sceso di 6 dollari dai recenti massimi. Dunque: potrebbero emergere segnali di debolezza sul comparto in esame, anche se le azioni del settore non stanno riflettendo pienamente i livelli di prezzi raggiunti dal greggio", spiegano gli analisti della prestigiosa casa d'affari. "Siamo infatti dell'idea che questa situazione rappresenti un'opportunità per gli investitori per aumentare l'esposizione su alcuni titoli come Norsk Hydro e Bp. Mentre ci sono altre società come Eni e Repsol, sulle quali manteniamo la raccomandazione neutral, che offrono un upside sul target price. Tuttavia pensiamo soprattutto a proposito di Repsol che non ci siano forti catalizzatori per una promozione a parte la recente sottoperformance del titolo in Borsa", concludono alla merchant bank. Dal punto di vista valutativo BP e Norsk Hydro si aggiudicano dagli analisti del Credit Suisse il rating outperform (l'azione farà meglio del mercato), mentre Eni è vista neutral con target price a 17,50 euro. Stessa sorte in dote a Repsol su cui viene indicato un prezzo obiettivo pari a 18,40 euro.
COMMENTA LA NOTIZIA