1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Settore petrolifero ben comprato, effetto Goldman

QUOTAZIONI Eni
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Fioccano gli ordini di acquisto per i titoli del settore petrolifero a Milano. Sull’S&P Eni sale dell’1,03%, scambiando a quota 21,65 euro. Lo marca stretto Saipem (+0,98%) a 11,34 euro. Primeggia la piccola Erg (+2,23% a 16,81 euro). Alla faccia di chi inizia a fiutare aria di bolla, gli analisti di Goldman Sachs venerdì scorso hanno rivisto al rialzo le stime sugli utili attesi di Eni ed Erg, pregustando un secondo trimestre da record. Il broker ha alzato così il prezzo target del Cane a sei zampe da 22 a 24 euro e quello di Erg da 12 a 15 euro. Sempre settimana scorsa anche gli analisti del Credit Suisse avevano messo al bando le cassandre. “Siamo convinti che le valutazioni non abbiamo ancora sconfinato nel territorio di appartenza a una bolla. Piuttosto pensiamo che i prezzi delle azioni riflettano una view che sostiene che il prezzo delle commodity sarà eventualmente in calo e che le tendenza di costi, della pressione fiscale e dell’intensità del capitale in crescita continueranno ad erodere i ritorni”, era stato il verdetto del Credit Suisse.