1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Settore immobiliare misto, per gli analisti e’ meglio stare alla larga

QUOTAZIONI Risanamento
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I titoli del settore immobiliare cercano di lasciarsi alle spalle lo schiaffo del mercato di ieri. Aedes dopo lo scivolone di ieri sale dello 0,90%, scambiando a quota 4,67 euro. Risanamento guadagna l’1,79% a 5,70 euro. Fa eccezione Beni Stabili che perde ancora un altro 6% a 0,7020%, complice anche la bocciatura arrivata dagli analisti di Merrill Lynch. Il broker ha declassato il titolo dal rango buy a quello sell. In generale comunque sul settore la volatilità continua ad essere alta a causa delle misure pubblicate ieri sulla Gazzetta Ufficiale in materia di Iva. Misure che sono piombate come un fulmine a ciel serene. Il fatto che la vendita di immobili industriali non sia più soggetta ad Iva come è stato fino a due giorni fa ma ad un’imposta di registro del 7% ha infatti scatenato vecchi fantasmi in Borsa. Sbandierando il rischio che possa sgonfiarsi più rapidamente del previsto la bolla immobiliare. Secondo gli analisti la manovra potrebbe avere un impatto negativo sull’intero settore dal momento che potrebbe ridurre i prezzi degli immobili con un impatto diretto su Nav; penalizzare i fondi immobiliari e creare una tassa per gli tutti gli acquisti dati in locazione dal 1998 al 2005, difficile da quantificare. Il consiglio degli esperti è quindi univoco: meglio stare alla larga dal settore del mattone. Almeno fino a quando la bufera non si sarà placata.