Settore high tech: Apple e Ibm fanno il pieno di utili

Inviato da Daniela La Cava il Mer, 19/01/2011 - 09:40
La stagione delle trimestrali high tech entra nel vivo Oltreoceano. Dopo l'avvio sprint, più una di una settimana fa, con i conti di Intel anche Apple sorprende il mercato. Il gruppo di Cupertino ha chiuso i primo trimestre dell'esercizio fiscale 2011 con profitti balzati a 6 miliardi di dollari, ovvero 6,43 dollari per azione. Ben oltre le attese del mercato che si attendeva una cifra pari a 5,41 dollari per azione. Ricavi in forte crescita del 71% a 26,7 miliardi, meglio del consensus fermo a 24,4 miliardi. "Abbiamo avuto una fenomenale stagione natalizia - ha commentato Steve Jobs, amministratore delegato del gruppo - con record di vendite per i Mac, gli iPhone e l'iPad".

Anche Ibm diffonde una trimestrale migliore delle attese. Nel quarto trimestre il big americano dei pc ha riportato ricavi in progresso del 6,6% a 29 miliardi di dollari, facendo meglio delle stime degli analisti che pronosticano vendite per 28,3 miliardi. L'utile per azione (Eps) di Ibm si è attestato a 4,18 dollari, in crescita del 16% e superiore alle attese pari a 4,08 dollari.

Il mondo tecnologico si accende anche in Europa. Asml, gruppo olandese dei semiconduttori, ha annunciato di avere terminato il quarto trimestre con un utile netto in forte crescita a 407 milioni di euro rispetto ai 50,5 milioni registrati un anno fa (Stime Bloomberg a 325,8 milioni). Indicazioni positive sono arrivate anche dalle vendite nette, che ha raggiunto quota 1,52 miliardi e ha battuto le attese ferme a 1,34 miliardi.
COMMENTA LA NOTIZIA