1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Il settore chimico è il migliore in Europa, sostenuto dai conti di Arkema e Rhodia

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

I risultati trimestrali delle francesi Arkema e Rhodia sostengono la corsa rialzista del settore chimico in Europa. Un’intonazione positiva confermata dall’andamento odierno dello Stoxx Europe 600 Chemicals, che sale di oltre l’1% e che si posiziona sul gradino più alto del podio nel Vecchio continente.

A trainare l’intero settore sono soprattutto i numeri diffusi oggi da Arkema che guadagna sulla Piazza di Parigi oltre il 4%. Nei primi tre mesi del 2011 i ricavi sono saliti del 33% attestandosi a 1,73 miliardi di euro, mentre i volumi sono cresciuti del 7%, sostenuti in particolar modo dalla fronte domanda in Asia.
In salita anche il margine operativo lordo che ha raggiunto quota 287 milioni dai precedenti 137 milioni del primo trimestre del 2010, mentre l’ebitda margin si è avvicinato al 17%. Nel periodo gennaio-marzo l’utile netto ha raggiunto quota 151 milioni, un dato che si raffronta con i profitti pari a 40 milioni registrati dodici mesi fa. “Nel secondo trimestre le condizioni di mercato rimangono favorevoli – si legge in una nota-, in linea con quanto visto nei primi tre mesi dell’anno. E in questo quadro l’ebitda dovrebbe essere simile a quello di fine marzo”.

Giornata di conti anche per la connazionale Rhodia che nel primo trimestre ha riportato profitti pari a 151 milioni di euro rispetto ai 69 milioni dell’anno passato. Il risultato operativo del gruppo chimico ha evidenziato un progresso del 74% a 243 milioni di euro. In rialzo anche il giro d’affari che si è attestato a 1,503 miliardi (+28%). Alle condizioni economiche attuali, Rhodia prevede un margine operativo lordo (ebitda) per l’intero 2011 superiore a un miliardo di euro.

All’interno del comparto qualche eccezione però c’è. A viaggiare controcorrente la tedesca Wacker Chimie, affossata dalla bocciatura di Ubs. Gli analisti della banca svizzera hanno abbassato la raccomandazione sul gruppo teutonico a “neutral” dal precedente “buy”, e hanno al tempo stesso portato la valutazione da 162 a 180 euro.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Borse europee: partenza in moderato calo, oggi è il giorno dei Pmi

Partenza in moderato calo per le Borse europee, dopo una chiusura piatta a Wall Street, nonostante il buon esito degli stress test della Fed. In avvio la piazza di Francoforte scivola dello 0,24%, Parigi cede lo 0,17% e Londra segna un -0,30%. Il sen…

MACROECONOMIA

Francia: Pil I trimestre rivisto al rialzo a +0,5%t/t e +1,1% a/a

Il Prodotto interno lordo (Pil) della Francia ha segnato nel primo trimestre dell’anno, secondo la lettura finale, un rialzo dello 0,5% rispetto al periodo precedente e dell’1,1 per cento su base annua. Nella stima preliminare si era rilevata una cre…

MERCATI

Piazza Affari e Borse europee previste in moderato calo in avvio

L’ultima seduta della settimana dovrebbe aprirsi con segno meno per Piazza Affari e le Borse europee, dopo una chiusura piatta a Wall Street, nonostante il buon esito degli stress test della Fed. Tutte le 34 banche americane hanno passato con success…

MERCATI

Borsa di Tokyo chiude sulla parità

La Borsa di Tokyo ha terminato sulla parità, in scia a una chiusura poco mossa di Wall Street. Dopo una partenza positiva l’indice Nikkei ha segnato a fine giornata un +0,11% finendo a 20.132,67 punti mentre il Topix ha mostrato un +0,06% a 1.611,34 …

SETTORE ASSICURATIVO

Allianz, allo studio taglio di 700 posti di lavoro in Germania (stampa)

il gruppo assicurativo Allianz avrebbe intenzione di tagliare 700 posti di lavoro in Germania nei prossimi tre anni. Lo riporta oggi il quotidiano tedesco Süddeutsche Zeitung, citando fonti anonime vicine alla vicenda. Secondo l’indiscrezione, la sfo…