Settore cemento: Ubs vede mesi difficili, puntare su HeidelbergCement e St.Gobain

Inviato da Valeria Panigada il Ven, 08/07/2011 - 09:42
Il secondo trimestre e il resto dell'anno si prospettano ancora difficili per il settore cementifero europeo, che soffre di trend controversi nelle diverse regioni globali e di un euro troppo forte. Ne è convinto Ubs che ha ridotto le stime di crescita dei volumi e messo mano ai giudizi di alcuni big del comparto. In particolare, i volumi per l'intero settore nel 2011 dovrebbero registrare un aumento dell'1% e non più del 3-4% come previsto in precedenza. "I volumi sono incoraggianti nel Nord Europa, ma ancora molto difficili nel Sud. Nell'America settentrionale l'andamento del secondo trimestre appare deludente, mentre nei Paesi asiatici e dell'America Latina si registra un progresso", illustrano gli esperti nella nota di oggi. A pesare sui gruppi europei del cemento anche l'inflazione nei mercati emergenti e un cambio poco favorevole. Va meglio invece il business delle ristrutturazioni e del mantenimento, la cui performance rimane positiva. Tra i singoli nomi, i preferiti di Ubs rimangono la tedesca HeidelbergCement (rating buy e target price a 57 euro) e la francese Saint Gobain (rating buy e target price a 50 euro). Consiglio di acquisto anche sull'irlandese Crh con prezzo obiettivo a 18,5 euro. Cautela invece sulla svizzera Holcim e sulla francese Lafarge, entrambe al gradino neutral. Promozione per Wienerberger da sell a neutral.
COMMENTA LA NOTIZIA