1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Settore cementifero debole sui listini europei, Ubs prevede mesi ancora difficili

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Debolezza dei titoli del cemento sui listini europei. In una seduta intonata al rialzo lo STOXX Europe 600 Construction & Materials rimane fiacco, classificandosi tra i peggiori indici settoriali di inizio giornata con un calo dello 0,10%. Tra i singoli nomi, la peggiore azione è la svizzera Holcim che segna un calo dello 0,90% sulla Borsa di Zurigo. Sopra la parità invece la francese Saint Gobain, con un +0,30% a Parigi, e la tedesca HeidelbergCement, che a Francoforte mostra un +0,10%. Oggi Ubs ha ridotto le stime di crescita dei volumi prevedendo mesi ancora difficili. In particolare, i volumi per l’intero settore nel 2011 dovrebbero registrare un aumento dell’1% e non più del 3-4% come previsto in precedenza. “I volumi sono incoraggianti nel Nord Europa, ma ancora molto difficili nel Sud. Nell’America settentrionale l’andamento del secondo trimestre appare deludente, mentre nei Paesi asiatici e dell’America Latina si registra un progresso”, illustrano gli esperti nella nota di oggi. A pesare sui gruppi europei del cemento anche l’inflazione nei mercati emergenti e un cambio poco favorevole. Va meglio invece il business delle ristrutturazioni e del mantenimento, la cui performance rimane positiva. Tra i singoli nomi, i preferiti di Ubs rimangono la tedesca HeidelbergCement (rating buy e target price a 57 euro) e la francese Saint Gobain (rating buy e target price a 50 euro). Consiglio di acquisto anche sull’irlandese Crh con prezzo obiettivo a 18,5 euro. Cautela invece sulla svizzera Holcim e sulla francese Lafarge, entrambe al gradino neutral. Promozione per Wienerberger da sell a neutral.