Il settore auto europeo attende le trimestrali, Volkswagen e Bmw le favorite

Inviato da Floriana Liuni il Lun, 25/07/2011 - 12:36
Quella che si apre è una settimana dedicata alle trimestrali del settore auto europeo, che in questo momento registra un progresso di circa lo 0,7% se si considera l'indice Stoxx Europe 600 Automobile&Parts.
Ad aprire le danze settimana scorsa sono state le svedesi Scania e Volvo, entrambe pronte ad essere surclassate da Volkswagen nella costruzione di mezzi pesanti, con l'acquisizione da parte della casa tedesca del costruttore di camion MAN. Volvo ha chiuso il secondo trimestre con un profitto netto di 814 milioni di dollari, il 63% in più rispetto al periodo precedente, grazie alla domanda di mezzi pesanti in aumento dai mercati emergenti, e ha registrato una crescita nelle vendite di circa il 16% a circa 12 miliardi di dollari, contro i circa 10,5 dello scorso periodo. Scania ha invece chiuso i conti semestrali con vendite nette di circa 7 milioni di dollari e un utile per azione di circa un dollaro per azione.
Secondo l'ultimo report di Barclays sul settore automobilistico europeo, tuttavia, vincitrici assolute saranno le tedesche Volkswagen e Bmw, che presenteranno i loro conti rispettivamente il prossimo 28 luglio e 2 agosto. Sulle due case automobilistiche, Barclays Capital mantiene rispettivamente rating equalweight (alzando il target price a 170 euro dai precedenti 156) e overweigh (con target price a 88 euro rispetto ai precedenti 82).
Già note le vendite record di Volkswagen, che superano in tutto il mondo i 4 milioni di vetture per un tasso di crescita del 15%; vendite che il broker inglese attribuisce ad una ripresa del mercato automobilistico tedesco, a un nuovo posizionamento di prezzo nel Nord America e ad ordini in aumento dall'Asia, soprattutto dalla Cina. Barclays Capital prevede inoltre un margine operativo del 12% per Audi, ma resta prudente sulla possibile fusione con Porche, dato che Volkswagen dovrà prima portare a termine con successo l'acquisizione della quota di controllo di MAN.
BMW ha rivisto al rialzo la sua guidance per il 2011, e prevede margini operativi annuali superiori al range dell'8/10%, rispetto al precedente target del 9,4%. Le attese di Barclays Capital per la prima metà dell'anno sono di un margine Ebit del 13,1% e di una produzione in aumento del 2% nel trimestre, con l'obbiettivo di un margine sul solo settore auto maggiore del 10%. Margine che dovrebbe essere facilmente raggiungibile, ma che presenta alcune incognite sui nuovi modelli e sul posizionamento di prezzo.
Si attendono per oggi i conti di Fiat, che per Barclays Capital è overweight con target price invariato a 9 euro, con prudenza rispetto ai dati trimestrali che per la prima volta saranno consolidati con quelli di Chrysler. Altre cifre attese: il 27 luglio Peugeot Citroen e Daimler, il 28 luglio Renault e MAN, il 29 luglio Continental e Michelin.
COMMENTA LA NOTIZIA