1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Settore assicurativo positivo in Europa, raccolta di Generali a 713 milioni da inizio anno

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Bene in Europa il settore assicurativo. L’indice Euro Stoxx Insurance sta guadagnando oltre due punti e mezzo, dopo aver toccato un +3,7%, e i titoli assicurativi contribuiscono, insieme ai bancari, al rimbalzo dell’Euro Stoxx 600, dopo la cattiva performance di ieri.
L’ultimo report di Barclays Capital sul settore ha evidenziato ottimismo degli analisti verso il trend delle assicurazioni property and casualty e delle azioni più focalizzate sul cash, mentre le azioni risparmio del settore vita sono reputate meno attraenti. Barclays Capital ha rivisto diversi target price con una stima di crescita di settore al rialzo del 43% nel lungo termine, ma con una prospettiva al ribasso dell’8,8% nell’arco dei 12 mesi. Gli esperti britannici suggeriscono Resolution, Amlin e Hannover Re agli investitori meno propensi al rischio, e Prudential, Allianz e CNP per gli investitori più audaci.
Gli analisti di Intermonte, nel valutare il settore assicurativo ramo vita, evidenziano invece un calo nella raccolta premi a luglio del 16% annuo (4,2 miliardi di euro), un calo esteso a tutti i canali: -13% per gli agenti, -18% per la bancassurance, -16% per i promotori finanziari. Le stime di nuova produzione sono ridotte a 49,9 miliardi, calate del 4,6%, per il periodo agosto a dicembre 2011.
Per quanto riguarda i titoli, Barclays Capital ha ridotto il giudizio su Generali da overweight a equalweight, con target price a 17,3 euro dal precedente 17,6 euro. Gli esperti di Barclays Capital ritengono che il crescente contesto di incertezza legato ai titoli di stato italiani che potrebbe mettere sotto pressione i conti e la solvibilità della compagnia. Barclays evidenzia però che le solide performance reddituali rimangono intatte e in caso di condizioni più favorevoli potrebbero sostenere un nuovo upgrade del rating della compagnia triestina. Il Leone ha intanto registrato una raccolta netta a 59 milioni di euro ad agosto, con il dato da inizio anno a 713 milioni, di cui 500 milioni realizzati dalla rete Banca Generali e 213 milioni dalla rete di private banking. Il risultato realizzato ad agosto dalle reti di Banca Generali è significativo perché conseguito in un contesto di forte turbolenza dei mercati finanziari dovuta all’acuirsi della tensione sui debiti sovrani. Nel mese considerato la raccolta si è concentrata sui prodotti di carattere più difensivo come l’amministrato e l’assicurativo. La nuova produzione assicurativa del mese considerato è stata pari a 38 milioni, che portano il cumulato da inizio anno a 722 milioni di euro. Il titolo al momento registra un progresso di oltre il 2%.
Per quanto riguarda Allianz (+1,7% sul Ftse Mib) il giudizio di Barclays resta overweight in quanto si tratta di una delle azioni più propense a beneficiare del miglioramento dei tassi del settore property & casualty. La compagnia assicurativa tedesca ha annunciato la creazione di una nuova struttura per la divisione di gestione degli investimenti, Allianz asset management. I cambiamenti saranno operativi a partire dal primo gennaio 2012, con la nuova struttura che sarà costituita da due entità distinte, Pimco e Allianz Global Investors.
Prospettive inferiori alla media e trading troppo volatile invece per Axa, che Barclays Capital punisce abbassando il target price a 15,7 euro con un potenziale di crescita ridotto al 40% (a fronte del 43% prospettato per il settore). Il titolo al momento sta registrando un +2,83% alla borsa di Parigi.