Settore assicurativo europeo: per Ubs la crisi greca avrà un impatto limitato

Inviato da Valeria Panigada il Lun, 20/06/2011 - 10:55
La crisi greca non peserà più di tanto sulle compagnie assicurative europee. Ne è convinto Ubs, che sostiene nella nota di oggi: "Il settore delle assicurazioni greco è poco preponderante per parlare di una esposizione tra le compagnie europee. Così che tagli e ristrutturazione del debito ellenico dovrebbero essere assorbiti dal settore". Un pericolo è rappresentato dagli effetti a catena. "Il comparto prezzerà gli effetti che vedranno l'estensione dei bond governativi, con un maggior coinvolgimento delle banche - spiegano gli esperti - Le assicurazioni europee sono infatti pesantemente investite in obbligazioni governative e in debito bancario". Ciò nonostante Ubs non mette mano alle valutazioni, fiducioso che gli utili e il business operativo al momento non verranno granchè impattati. Tra i titoli, gli esperti della banca d'affari elvetica suggeriscono di privilegiare quelli con una minore esposizione ai rischi elencati sopra. Alcuni nomi? Prudential e Swiss Re sono i preferiti, e a livello globale Axa.
COMMENTA LA NOTIZIA