1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Settore alimentare in rosso in Europa: Nestlè bocciata da Nomura e BofA

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il settore alimentare europeo non stuzzica quest’oggi l’appetito degli investitori. Lo dimostrano le performance ribassiste dello Stoxx Europe 600 Food & Beverage, che indietreggia di quasi l’1,30% a 359,69 punti.

A fare da zavorra il titolo Nestlé, che cede quasi 2 punti percentuali sulla Borsa di Zurigo, in scia alle bocciature arrivate da alcuni analisti. A cominciare da BofA Merrill Lynch, che ha portato il rating a “underperform” da “buy”, e Nomura, che ha taglia il giudizio a “reduce” da “buy”.
Nella nota diffusa oggi gli analisti della banca giapponese hanno ritoccato al ribasso anche il target price, sceso da 64 a 49 franchi. Non solo, le stime sull’utile per azione (Eps) 2011 sono state ridotte del 14% a 3,02 franchi (circa 13% sotto il consensus).

Sempre all’interno del settore alimentare, gli esperti di Nomura si sono mossi sulla francese Danone, promuovendola da “reduce” a “neutral”. “Nonostante i timori strutturali su Danone permangano – sostiene il broker nella nota odierna -, non crediamo che nel 2011 queste preoccupazioni saranno molto visibili”.
Nonostante la promozione, Danone non riesce a imboccare la strada dei rialzi: il titolo cede infatti circa lo 0,37% a 45,825 euro. L’effetto Nestlé si sente anche a Piazza Affari, con Parmalat che cede lo 0,36%.