Settore aereo: Citi boccia Air France a hold, la preferita è Lufthansa - 1

Inviato da Valeria Panigada il Ven, 01/04/2011 - 10:26
Quotazione: AIR FRANCE
Il caro petrolio e il disastro in Giappone peseranno sui risultati delle compagnie aeree europee, ma nel lungo periodo l'orizzonte si farà più sereno. Questa l'idea di Citigroup. Il broker statunitense prevede per quest'anno un prezzo del greggio a 105 dollari al barile, mentre nel 2012 il Brent dovrebbe attestarsi sui 100 dollari, circa il 10% in più rispetto alle precedenti stime. L'esposizione al Giappone, con un traffico passeggeri previsto in calo del 20% nel secondo e terzo trimestre per il rischio radiazioni, invece peserà per circa il 5% sui ricavi delle maggiori compagnie del Vecchio continente.
COMMENTA LA NOTIZIA