FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Come mettono in evidenza in un report che porta la data di oggi gli analisti di Credit Suisse, i dati attuali paiono confermare quanto loro avevano dichiarato in rapporto pubblicato a dicembre e cioè che il punto minimo della domanda di acciaio sia stato raggiunto nell’ultimo mese dello scorso anno. In tale contesto, le due top pick della banca d’affari elvetica sono ThyssenKrupp e ArcelorMittal, bollate entrambe con rating “outperform” e con prezzi obiettivo individuati rispettivamente a 44 euro e a 82 dollari. Secondo Credit Suisse, ci sono elevate probabilità che le società del settore dell’acciaio possano mettere a segno un significativo incremento dei margini nel secondo semestre del 2009.