1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Settore acciaio russo, Jp Morgan avvia la copertura e giudica buoni i fondamentali

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Gli analisti di Jp Morgan, come avvertono in una nota che porta la data di oggi, hanno dato il via alla copertura sulle azioni delle società russe produttrici di acciaio, Evraz Group, con rating “overweight” e target price a 115 dollari, Novolipetsk Steel, sempre con “overweight” e prezzo obiettivo a 50 dollari, MMK, con giudizio “neutral” e target di 15,60 dollari, e Severstal, con “underweight” e obiettivo di prezzo a 22 dollari. “In anticipo rispetto alla forte virata al ribasso dei mercati – scrivono gli esperti di Jp Morgan – le azioni russe del settore dell’acciaio hanno perso circa il 50% negli ultimi tre mesi. Le aspettative negative circa l’arretramento dell’economia sono già contenute nei prezzi. Tuttavia, il comparto steel russo gode di buoni fondamentali”.

Commenti dei Lettori
News Correlate
COMMODITY

Petrolio stabile in attesa del meeting Opec

Stabili le quotazioni del petrolio in attesa del meeting Opec di domani. Questa mattina il prezzo del Wti (riferimento americano) mostra un leggero rialzo dello 0,25% a 51,61 dollari al barile, mentre il Brent (riferimento europeo) si mantiene sopra …

COMMODITY

Oro: prezzi a 1.261 dollari, focus sulle minute di domani

Sostanziale parità al Comex per il future con consegna giugno sull’oro che passa di mano a 1.261,5 dollari l’oncia (+2% nelle ultime cinque sedute). “Ancora una volta, l’oro si trova a riprendere fiato”, ha rilevato Ole Hanson, n.1 per le commodity d…

COMMODITY

Oro: tensioni politiche spingono i prezzi ai massimi da fine aprile

Rialzo di mezzo punto percentuale per il future con consegna giugno sull’oro, in aumento a 1.259,9 dollari l’oncia. I prezzi, sui massimi da tre settimane, capitalizzano la crescita della volatilità sulle piazze finanziarie e le tensioni in arrivo da…

COMMODITY

Petrolio: Brent si spinge sopra quota 54 dollari il barile

Quarta giornata consecutiva con il segno più per le quotazioni del greggio, in rialzo dello 0,82% a 54,05 dollari il barile. Nelle ultime cinque sedute il derivato è salito del 4,3% in attesa che l’Opec, l’Organizzazione che raggruppa i Paesi esporta…