Selloff sulle borse statunitensi, 35% per il Vix

Inviato da Luca Fiore il Gio, 04/08/2011 - 22:25
Sale la tensione sui mercati e gli indici Usa chiudono ai minimi di seduta. Il Dow Jones ha terminato con un rosso di 512,76 punti (-4,31%) portandosi a 11.383,68 punti; era dal dicembre 2008 che il Dow non registrava una contrazione maggiore dei 400 punti. -60,27 punti per lo S&P (-4,78%) a 1.200,07 e -136,68 per il Nasdaq (-5,08%) a 2.556,39. +35,4% per l'indice di volatilità Vix, anche detto l'indice della paura, che si porta a 31,66 punti. A livello settoriale, particolarmente penalizzato il comparto energetico (-6,22%), spinto al ribasso dal calo di 5,5 dollari a 86,5 messo a segno dal greggio. Indicazioni sostanzialmente in linea con le stime dalle nuove richieste di sussidio, in calo di mille unità a 400 mila.

Nonostante il buon inizio, segno meno per Kraft Foods (-1,52%) che ha diffuso i dati trimestrali ed annunciato lo spin-off del business del Nord America. Nonostante le indicazioni trimestrali migliori delle attese, segno meno anche per Cigna Corporation (-2,26%) e General Motors (-4,34%). Profondo rosso anche per Jp Morgan (-4,96%), che ha ridotto le stime di crescita statunitensi dell'1%.
COMMENTA LA NOTIZIA