1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Sell su IBM, buy su Morgan Stanley. S&P e Nasdaq a nuovi record intraday. Sorpresa da questi due titoli

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

A Wall Street titoli bancari e tecnologici in primo piano, dopo i risultati di bilancio di Morgan Stanley e IBM.  Le quotazioni del colosso bancario Usa balzano di oltre +3,5% e sostengono l’indice S&P, che testa un nuovo record intraday.

Fa lo stesso il Nasdaq, con gli investitori che guardano con entusiasmo al nuovo massimo assoluto agguantato da Facebook. A tal proposito, le quotazioni di Facebook hanno guadagnato quest’anno oltre +42%.

Non mancano tuttavia, nella sessione odierna, le note stonate. In particolare IBM paga la pubblicazione della trimestrale – che ha messo in evidenza il 21esimo trimestre consecutivo di fatturato in calo – con un ribasso superiore a -4%, e sono sempre i bilanci deludenti i motivi dei bruschi cali di CSX (-5,5% circa) e di United Continental Holdings (oltre -4%).

Morgan Stanley accende tuttavia l’ottimismo degli operatori, dopo aver riportato un utile per azione di 87 centesimi, molto meglio dei 76 centesimi attesi, su un fatturato di $9,503 miliardi, superiore ai $9,094 miliardi attesi. Il Nasdaq e lo S&P hanno testato nuovi record intraday all’avvio delle contrattazioni a Wall Street, con il primo salito a 6363 punti circa e il secondo a 2.464 circa.

Intanto, un articolo di Cnbc parla del caso di due titoli azionari, che potrebbero beneficiare della pubblicazione dei relativi bilanci.

Uno è Facebook, che renderà nota la trimestrale il prossimo mercoledì 26 luglio, e il cui titolo rientra tra le top pick di Erin Gibbs, gestore dello S&P Global portfolio. La società ha alle spalle una lunga storia di bilanci che, sul fronte degli utili, hanno battuto le attese.

Gibbs afferma inoltre che l’azione Facebook è scambiata a valori che possono essere considerati ragionevoli, pari a “32 volte gli utili forward”, in un contesto di stime di crescita che sono state abbassate per i prossimi 12 mesi. S&P Global ricorda anche che la società guidata da Mark Zuckerberg ha battuto le attese sugli utili piuttosto facilmente nel corso dell’ultimo anno e mezzo; in particolare, i profitti al lordo delle tasse sono stati superiori a quanto atteso rispettivamente del 17%, 11%, 9% e quasi 5% negli ultimi quattro trimestri fiscali.  E Gibbs non è affatto preoccupata del costante calo della crescita su base percentuale, che considera anzi “una sequenza normale”, per una società che continua a macinare profitti. A suo avviso, una forte crescita del gruppo avverrà inoltre nel 2018.

Un altro titolo che beneficerà dei risultati di bilancio, secondo Craig Johnson, responsabile dell’analisi tecnica dei mercati presso Piper Jeffrey sarà Advanced Micro Devices. La pubblicazione della trimestrale è attesta per il prossimo martedì, 25 luglio. L’analista ritiene che AMD sfonderà al rialzo il trading range in cui sta oscillando. “Questo titolo è posizionato molto bene per essere interessato da una forte spinta al rialzo dopo l’annuncio degli utili”.

Le quotazioni di AMD sono salite +19% dall’inizio dell’anno.