1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Segno più sui listini europei. Balzo di Generali e segno meno per Intesa sul listino milanese

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Borse europee di poco sopra la parità in corrispondenza del giro di boa: Madrid guarda tutti dall’alto con un incremento di mezzo punto percentuale, il Dax sale dello 0,23% e il Cac40 avanza dello 0,09%. Chiude la carrellata il listino londinese che, dopo che la Corte Suprema di Londra ha sancito che il governo dovrà ottenere il via libera del parlamento per attivare l’articolo 50, segna un + 0,22%.

A Londra BT Group perde il 17,8% dopo la notizia di irregolarità contabili e di pratiche scorrette della business unit italiana. Tonfo anche per Easyjet (-9,9%) che si è detta preoccupata per l’impatto sui conti del calo della sterlina.

A Piazza Affari il comparto finanziario permette al Ftse Mib di salire dell’1,22% a 19.563,57 punti. Ovviamente sotto i riflettori c’è il duo formato da e Mediobanca (+8,8%) Assicurazioni Generali (+10,2%): quest’ultima ha acquistato diritti di voto su un pacchetto di 505 milioni di azioni di Intesa Sanpaolo (-4,42%) per bloccare in partenza una possibile scalata.

Acquisti anche su FCA (+4,55%) nel giorno dell’incontro con Trump. Oggi Goldman Sachs che ha rivisto al rialzo il prezzo obiettivo sul titolo da 16,5 a 19,7 euro, confermandola nella sua Conviction Buy List.