1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Segno più per Piazza Affari, miste le altre borse europee

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Milano ha chiuso in rialzo trascinata dalla buona vena del comparto bancario, che ha sfruttato la tenuta dello spread Btp-Bund in area 300 punti base. A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha guadagnato l’1,04% a 16.041 punti. Il Monte dei Paschi è stato il protagonista di seduta indossando la maglia rosa con un balzo del 6,86% a 0,216 euro. Ben comprati anche gli altri titoli del comparto: Ubi Banca ha guadagnato il 4,26% a 3,18 euro, Unicredit il 2,51% a 3,752 euro, Popolare di Milano il 2,07% a 0,418 euro, Banco Popolare il 2,37% a 1,165 euro, Mediobanca il 2,01% a 4,372 euro, Intesa SanPaolo l’1,53% a 1,326 euro. Rimanendo nel comparto finanziario Generali ha messo a segno un +1,77% a 13,24 euro. Bene Telecom Italia (+2,07% a 0,714 euro) e Fiat che ha guadagnato l’1,02% a 3,568 euro all’indomani dei dati sulle immatricolazioni italiane di novembre. Sul fondo del Ftse Mib è finita Campari con un ribasso dell’1,31% a 5,65 euro.

Seduta interlocutoria per le altre borse europee dopo i recenti guadagni. I listini del Vecchio continente hanno chiuso contrastate intorno alla parità, dopo la decisione dell’Eurogruppo di versare alle banche spagnole aiuti per 39,5 miliardi. A Londra l’indice Ftse100 ha chiuso in calo dello 0,04% a 5869 punti, mentre a Francoforte il Dax si è fermato sull’asticella della parità a 7435 punti. Positiva invece Parigi con il Cac40 in rialzo dello 0,39% a 3580 punti, seguita da Madrid, dove l’Ibex35 è salito dello 0,17% a 7902 punti.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RINNOVABILI

Falck Renewables: acquisite due società svedesi

Falck Renewables oggi ha perfezionato l’acquisizione del 100% di due società a responsabilità limitata (Aliden Vind AB e Brattmyrliden Vind AB), che possiedono due progetti pronti per la costruzione in …

MERCATI

Borse europee chiudono piatte

Dopo una prima parte incerta, chiusura di ottava intorno alla parità per le borse europee. Tra le cause della risalita troviamo le indicazioni migliori delle stime arrivate dai dati macro: …