1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Segno più per le borse europee, il bund a 10 anni torna sopra il 2%

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Gli indici europei chiudono positivi nel gran giorno dell’Eurotower. La Bce come da attese ha confermato il tasso benchmark allo 0,5% e il chairman Draghi ha ribadito che “i tassi rimarranno all’attuale livello o più bassi per un lungo periodo di tempo”. La propensione al rischio ha spinto il rendimento dei titoli di stato tedeschi a 10 anni sopra il 2% per la prima volta da marzo 2012.

L’indice della prima economia, il Dax, ha terminato in rialzo di mezzo punto percentuale (+0,48%) portandosi a 8.234,98 punti, +0,66% per il francese Cac40 a 4.006,8 e +0,7% dello spagnolo Ibex a 8.550. La performance migliore è stata registrata da Londra dove il Ftse100 ha terminato a 6.532,44, lo 0,89% in più rispetto al dato precedente.

Dal fronte macro europeo spicca il -2,7% registrato a luglio dagli ordini all’industria tedeschi mentre il corrispondente dato a stelle e strisce ha fatto segnare un rosso del 2,4%. Massimi da quasi 8 anni invece per l’Ism relativo il settore servizi, salito a 58,6 punti, mentre i dati relativi il mercato del lavoro hanno fatto registrare un calo delle nuove richieste di sussidio a 323 mila e buste paga nel settore privato in crescita di 176 mila unità (stima Adp).