Segno più per Wall Street nonostante i dati macro

Inviato da Luca Fiore il Mar, 31/05/2011 - 22:41
Le buone notizie in arrivo dall'Europa spingono al rialzo i listini statunitensi, che ignorano le indicazioni negative arrivate dal fronte macro. A marzo l'indice S&P Case Shiller ha registrato un -0,8% mentre a maggio il Pmi Chicago è sceso a 56,6 punti, la fiducia dei consumatori ha messo a segno una contrazione a 60,8 punti e l'indice che misura l'attività manifatturiera di Dallas si è attestato a -7,4 punti. Il Dow ha terminato la seduta in rialzo dell'1,03% a 12.569,79 punti, +1,06% dello S&P a 1.345,2 e +1,37% del Nasdaq a 2.835,3.

Dal fronte societario, +1,49% per Goldman Sachs, che ha capitalizzato la promozione a overweight arrivata da Jp Morgan (+1,05%). Dal fronte M&A, +11,96% per Ashland che ha annunciato l'acquisizione di International Specialty Products per 3,2 mld di dollari, e +0,12% per Fortis, che con 700 mln di dollari si è assicurata Central Vermont (+41,04%). +1,35% per Intel, che presentato la nuova serie di portatili, e +3,09% di Apple, spinta al rialzo dalla notizia che Steve Jobs parteciperà alla prossima edizione Worldwide Developers Conference.
COMMENTA LA NOTIZIA