1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Valute e materie prime ›› 

Segno negativo a Sydney

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

La Borsa di Sydney ha archiviato questa prima seduta settimanale con segno meno. L’indice S&P/Asx 200 ha ceduto il 2,8% a 4325,9 punti, sulle deboli indicazioni macro degli Usa di venerdì sera e sulle preoccupazioni relative alla situazione finanziaria dell’Ungheria. Le vendite hanno colpito tutti i settori, in particolar modo quello dei metalli per i deboli prezzi delle commodity. In particolare, Bhp Billiton è scesa del 3,51%, mentre la rivale Rio Tinto è scivolata del 3,02%. Ancora peggio Fortescue Metal che è precipitata di oltre 5 punti percentuali.

Commenti dei Lettori
News Correlate
RECUPERO DEL POUND

Forex: deboli dati non deprimono la sterlina

Recupero per la sterlina sul forex con cross gbp/usd tornato sopra quota 1,42 dopo la debolezza della vigilia a seguito dell’inflazione più debole del previsto a marzo (+2,5% annuo, sui …

INFLAZIONE UK AI MINIMI A UN ANNO

Forex: sterlina affonda dopo debole inflazione UK

La battuta d’arresto per l’inflazione britannica si fa sentire sulla sterlina che si muove in forte ribasso contro le altre principali valute. Il cross tra sterlina e dollaro è sceso …