Segno meno per Wall Street ma il saldo del Q3 è ampiamente positivo

Inviato da Flavia Scarano il Lun, 01/10/2012 - 08:52
Wall Street termina l'ottava con il segno meno nonostante il miglioramento registrato in corrispondenza della presentazione dei risultati degli stress-test sul sistema bancario spagnolo. Gli indici hanno risentito delle indicazioni arivate dal Pmi Chicago, sceso sotto quota 50 punti (49,7) per la prima volta dal settembre 2009, e dai redditi personali, cresciuti dello +0,1% mensile (attese +0,2%) ad agosto. Sostanzialmente in linea con le stime le spese per consumi (+0,5%) ed il dato definitivo relativo la fiducia dei consumatori misurata dall'Università del Michigan (78,3 punti). In chiusura di seduta il Dow Jones ha evidenziato un calo dello 0,36% a 13.437,13 punti, -0,45% per lo S&P a 1.440,67 e -0,65% del Nasdaq che scende a 3.116,23. Segno meno anche per il saldo settimanale (-1,05, -1,33 e -2 per cento) mentre il dato complessivo relativo il terzo trimestre è ampiamente positivo (+4,32, +5,76 e +6,17%).

Tra le storie del giorno spicca il +6,59% di Facebook che ha annunciato un'integrazione con il servizio di file hosting Dropbox e presentato la nuova funzione "regali", che permette agli utenti di acquistare e inviare doni reali. Riscossa anche per Research In Motion (+5,04%) all'indomani della presentazione dei conti del secondo trimestre mentre gli aggiornamenti trimestrali hanno penalizzato Walgreen (-0,44%) che ha visto i profitti passare da 792 a 353 milioni di dollari. Lettera anche per McDonald's (-1,63%) dopo la bocciatura a "neutral" annunciata dagli analisti di Janney Capital Markets.
COMMENTA LA NOTIZIA