Segno meno in chiusura per Piazza Affari, miste le altre borse europee

Inviato da Flavia Scarano il Mar, 12/02/2013 - 09:01
La Borsa di Milano ha chiuso in ribasso la prima seduta della nuova ottava di Piazza Affari con l'indice Ftse Mib che ha ceduto lo 0,61% a 16.529,87 punti. Telecom Italia(-3,54% a 0,6410 euro) ancora in rosso dopo aver annunciato venerdì i conti del 2012 e il piano industriale 2013-2015, nel quale è previsto un sostanzioso taglio del dividendo. Vendite anche su Fiat (-1,82% a 4,418 euro) con gli analisti di Citigroup che si interrogano su come il debito del Lingotto possa scendere. Contrastato il comparto bancario. Le vendite hanno colpito Unicredit (-1% a 4,34 euro), Intesa Sanpaolo (-1,5% a 1,378 euro) e Ubi Banca (-0,99% a 3,60 euro). In decisa controtendenza Popolare di Milano che ha svettato con un balzo del 4,34% a 0,5415 euro. In positivo anche Mediobanca (+2,63% a 5,27 euro) e Banco Popolare (+0,71% a 1,41 euro). Enel ha chiuso in rialzo dello 0,14% a 2,952 euro dopo aver firmato una linea di credito rotativa dell'importo di circa 9,4 miliardi di euro

Inizio di ottava interlocutorio per i listini del Vecchio continente. A Londra il Ftse100 ha terminato in rialzo dello 0,21% a 6.277,06 punti, parità per il listino francese (+0,03% a 3.650,58 punti) e -0,24% del tedesco Dax che scende a 7.633,74. La performance peggiore è quella dell'Ibex, sceso dell'1,18% a 8.078,6.
COMMENTA LA NOTIZIA