1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Dati Macroeconomici ›› 

Segnali di decelerazione dalla locomotiva cinese, rallenta l’import a luglio

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Indicazioni negative quelle arrivate oggi dalla Cina. A luglio sì è assistito a un balzo del surplus della bilancia commerciale che ha raggiunto i massimi dell’ultimo anno e mezzo. Risultato frutto del balzo record delle esportazioni (+38,1%), ma soprattutto del calo superiore al previsto del ritmo di crescita delle importazioni. Frenata dell’import che viene visto come un segnale di un minore contributo del gigante asiatico alla crescita economica globale. Parallelamente salgono le pressioni di un più veloce apprezzamento dello yuan.


I dati cinesi diffusi oggi hanno mostrato un calo del ritmo di crescita delle importazioni più pronunciato del previsto: +22,7% dal +34,1% di giugno. Le esportazioni sono invece salite al ritmo record del 38,1 per cento. Importanti indicazioni sono arrivate anche dal settore immobiliare. A luglio è rallentato il ritmo di crescita annua dei prezzi immobiliari in Cina. I dati diffusi oggi da China Information News, rivista dello Statistic Bureau cinese, evidenziano un rialzo annuo del 10,3% nelle 70 maggiori città della Cina, ritmo più basso degli ultimi 6 mesi. La variazione mensile risulta nulla dopo il -0,1% fatto registrare a giugno (primo calo degli ultimi 16 mesi). Le misure di Pechino per raffreddare il mercato immobiliare hanno portato anche a un deciso calo delle vendite immobiliari, il cui controvalore è sceso del 19,3% rispetto all’analogo periodo 2009.


Reazione negativa ai dati da parte della Borsa cinese. Lo Shanghai Composite ha terminato gli scambi odierni in forte calo, appesantita dai cali del settore immobiliare e da quello delle risorse di base, con quest’ultimo che paga il calo dei prezzi delle materie prime proprio in scia alle attese di rallentamento della domanda da parte della Cina.

Commenti dei Lettori
News Correlate
DELUSE LE ATTESE

Ifo tedesco scende ancora: 98,5 punti a febbraio

Peggiora e delude le attese l’indice Ifo, che misura la fiducia degli imprenditori tedeschi. Il dato di febbraio si è attestato a 98,5 punti contro i 99,3 della passata rilevazione …

In linea con le stime

Giappone: inflazione +0,2% su base annua a gennaio

Nel mese di gennaio l’inflazione del Giappone misurata dall’indice dei prezzi al consumo è salita dello 0,2% su base annua, in linea con le attese e in lieve indebolimento rispetto …

I DATI MACRO PIU' IMPORTANTI DI OGGI

Market mover: l’agenda macro della giornata

Il market mover di oggi sarà rappresentato dalla lettura finale dell’inflazione nell’Eurozona. In uscita anche l’indice Ifo, che misura la fiducia degli imprenditori tedeschi. Nel dettaglio: 10:00 alto GER IFO …