1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Casa ›› 

Segnali di debolezza dal mercato immobiliare in Italia nel IV trim. 2010

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il quarto trimestre 2010 segna un indebolimento del mercato immobiliare italiano. A sostenerlo l’ultima edizione del sondaggio congiunturale sul mercato delle abitazioni in Italia, condotto da Banca d’Italia in cooperazione con l’Agenzia del Territorio. L’inchiesta si basa su interviste realizzate tra il 12 gennaio e il 3 febbraio 2011 su un campione di 1.412 agenti, nel periodo di riferimento ottobre-dicembre 2010. Ma veniamo ai principali risultati del comparto nell’ultimo scorcio del 2010. In tema di prezzi delle abitazioni, la quota di agenti che hanno segnalato una diminuzione dei prezzi è aumentata al 40% rispetto alle prime rilevazioni del 2009. Un altro dato interessante riguarda il numero di compravendite: la quota di agenzie che hanno venduto almeno un immobile si è ridotta del 10%, in risposta al trimestre precedente. Per quanto riguarda invece le trattative e i tempi di vendita, si è interrotta la tendenza, esclusivamente propria delle regioni settentrionali, alla contrazione del margine di riduzione dei prezzi di vendita (tornando ai livelli di inizio anno). Per le modalità di finanziamento degli acquisti, è stato registrato un aumento nell’accensione di mutui ipotecari del 72,6% (2,5 punti in più rispetto alla rilevazione precedente). Infine, le prospettive del mercato nazionale. Queste parlano di un divario tra i giudizi di miglioramento e quelli di peggioramento delle stesse a breve del mercato italiano che è tornato a essere negativo di circa 5 punti (da positivo per 0,6 punti).