1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

La seduta a Wall Street si tinge di rosso

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Il -0,81% del comparto energetico e il calo di oltre un punto percentuale messo a segno dai titoli legati ai consumi discrezionali spingono al ribasso i listini a stelle e strisce. Nonostante un inizio positivo, a meno di tre ore dalla chiusura degli scambi il Dow Jones segna un calo dello 0,55%, lo S&P perde l’1% tondo e il Nasdaq registra un -1,48%. A livello di singole performance, General Motors (+0,66%) si conferma positiva dopo aver annunciato la revisione al rialzo delle stime, l’incremento del piano di acquisto di azioni proprie e l’innalzamento del dividendo trimestrale.

Seduta di consolidamento a 30,5 dollari per il petrolio Wti che ieri ha aggiornato i minimi degli ultimi 12 anni scendendo sotto quota 30 dollari il barile (29,93$). Nella settimana all’8 gennaio gli stock monitorati dal Dipartimento dell’Energia hanno fatto segnare un incremento di 200 mila barili. Gli analisti avevano stimato un aumento ben superiore e pari a 2 milioni di unità. Crescita decisamente più consistente per gli stock di benzina, +8,4 milioni, e per quelli di distillati, +2 milioni.

Alle 20 l’appuntamento è con il Beige Book della Federal Reserve.