Seduta positiva a Wall Street, tonfo di Citigroup

Inviato da Valeria Panigada il Mer, 19/01/2011 - 07:33
Seconda seduta consecutiva con il segno più per Wall Street, che grazie agli energetici e ai titoli legati alle risorse di base è riuscita a compensare la debolezza del comparto finanziario, all'interno del quale è spiccato il -6,43% di Citigroup nel giorno della presentazione dei conti trimestrali. Il Dow con un +0,43% si è portato a 11.837,93 punti mentre lo S&P con un +0,14% è salito a 1.295,02. Per entrambi gli indici si tratta dei massimi dall'estate 2008. Fa ancora meglio il Nasdaq, che con un +0,38% è salito a 2.765,85 a livelli che non si vedevano dal novembre 2007. Dal fronte macro sostanzialmente in linea con le attese l'indice che misura l'andamento del manifatturiero dell'area di New York, salito a gennaio a 11,9 punti, e sotto il consenso l'indicatore di fiducia dei costruttori di case (National Home Builders, Nahb), che a gennaio si è confermato a 16 punti. Tra le altre storie del giorno, parità per Intel (+0,01%) nonostante il downgrade di First Global a "underperform" e -1,85% di Yahoo! bocciata da Morgan Stanley (-0,79%) a "equal-weight". Dal fronte trimestrali, sotto le stime i numeri di Delta Air Lines (-8,22%), che ha visto l'utile per azione adjusted del quarto trimestre attestarsi a 19 centesimi di dollaro, di 6 centesimi sotto le stime. In attesa dei risultati +0,43% per Ibm e -2,25% per Apple, il day-after l'annuncio dell'allontanamento volontario del Ceo Steve Jobs per motivi di salute.
COMMENTA LA NOTIZIA