Seduta positiva a Wall Street, il Dow sui massimi dal 2008

Inviato da Valeria Panigada il Lun, 17/01/2011 - 07:33
Wall Street ha chiuso la settimana con il segno più spinta al rialzo dai titoli del comparto finanziario e dai tecnologici. Il Dow e lo S&P con un +0,47% ed un +0,74% si sono portati ai massimi dall'estate 2008 a 11.787,38 e 1.293,24 punti mentre il Nasdaq con un +0,73% è salito a livelli che non si vedano dal novembre 2007 a 2.755,3. I tre indici nel corso dell'ottava hanno messo a segno rispettivamente un +0,96%, un +1,71% ed un +1,93%. Particolarmente ricca l'agenda macro. Indicazioni deludenti sono arrivate dalle vendite al dettaglio, che nell'ultimo mese del 2010 hanno registrato un +0,6% (consenso 0,8%), dai 72,7 punti del dato preliminare relativo la fiducia dei consumatori (U. Michigan) di gennaio e dalle scorte delle imprese, +0,2% a novembre. Sostanzialmente in linea con i pronostici l'inflazione, salita di mezzo punto percentuale a dicembre (+0,1% per il dato "core"), e sopra le attese la produzione industriale, che con un +0,8% ha doppiato il consenso. Nel comparto societario due velocità per Intel e Jp Morgan (-0,99% e +1,03%). La prima nel quarto trimestre ha visto crescere gli utili del 48% annuo a 3,39 mld; andamento simile per i profitti della seconda, saliti a 4,8 mld (+47%). Tra le altre storie del giorno +0,88% per Smith & Nephew, che ha dichiarato di non essere "coinvolta in nessuna trattativa che possa condurre a una possibile fusione o presa di controllo da parte di un'altra società", e +0,21% di FedEx, dopo la raccomandazione di acquisto arrivata da Citigroup (1,79%). Segno meno per Hasbro (-0,36%), che ha annunciato di attendersi per il 4° trimestre ricavi in calo a 1,3 mld di dollari.
COMMENTA LA NOTIZIA