1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3.  ›› 

Seduta poco movimentata a Piazza Affari, sulla parità gli altri listini europei

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Ultima seduta dell’ottava poco movimentata per la Borsa Italiana. Incurante della discesa dei listini statunitensi, il Ftse Mib ha archiviato la seduta con una progressione dello 0,26% a 15.908,09 punti. Segno più anche per il FTSE Italia All-Share, con il paniere che ha chiuso la settimana di Borsa con un progresso dello 0,23%. In controtendenza Exor (-0,27% a 18,80 euro) e Fiat (-1,27% a 3,63 euro). Il calo a doppia cifra delle immatricolazioni in Europa combinato alle voci di un possibile aumento di capitale hanno fatto sbandare il titolo del Lingotto. Ancora positivo il comparto bancario, che ha beneficiato del ritorno dello spread in area 320 punti: Popolare di Milano ha guadagnato l’1,92% a 0,4305 euro, Ubi Banca lo 0,69% a 3,19 euro, Monte dei Paschi lo 0,15% a 0,2037 euro, Intesa SanPaolo lo 0,16% a 1,276 euro, Unicredit lo 0,11% a 3,56 euro. Sempre all’interno del comparto finanziario, il Cda di Generali (+0,23% a 13,23 euro) ha approvato il nuovo assetto delle attività assicurative in Italia. Ben comprata Enel Green Power (+1,18% a 1,377 euro) dopo aver annunciato l’entrata in funzione del suo secondo impianto eolico in Messico nello Stato di Oaxaca. Restando nel comparto energetico Eni ha guadagnato lo 0,44% a 18,18 euro, rimanendo la preferita di Barclays tra le compagnie petrolifere europee.

Chiusura di ottava in parità per le altre borse europee. A Londra il Ftse100 ha lasciato sul parterre lo 0,13% fermandosi a 5.921,76 punti mentre Parigi ha chiuso in parità a 3.643,28 punti. Segno più per Ibex e Dax che con un +0,09 e un +0,19% sono saliti a 8.024,1 e 7.596,47 punti.