1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Seduta piatta per i listini statunitensi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Chiusura poco mossa per Wall Street divisa tra i deboli dati macroeconomici, i record macinati dall’euro che continua la sua corsa rialzista e le confortanti parole del numero uno della Federal Reserve, Ben Bernanke, che ha paventato l’ipotesi di un nuovo taglio dei Fed Funds. A New York, l’indice Dow Jones archivia gli scambi in rialzo dello 0,07%, a 12.694,28 punti. Il tabellone del Nasdaq segna in chiusura un lieve progresso pari allo 0,37%, a quota 2.353,78, mentre lo Standard & Poor’s 500 termina poco sotto la parità a 1.380,02 punti (-0,09%). Dal fronte micro, in evidenza Fannie Mae e Freddie Mac. Ieri, l’autorità di vigilanza statunitense, Ofheo, ha fatto sapere di avere eliminato l’obbligo stabilito per le due agenzie semipubbliche di erogazione di mutui immobiliari di accantonare un 30% extra di capitale. Una decisione che tende ad avere un impatto positivo sull’offerta di mutui, aumentandola, per risollevare il sistema a stelle e strisce, fortemente compromesso dalla crisi subprime. Giornata all’insegna degli acquisti anche per Toll Brothers, che ha guadagnato circa il 2,8%, nonostante abbia registrato una perdita a livello trimestrale pari a 96 milioni di dollari.

Commenti dei Lettori
News Correlate
MERCATI

Borse europee chiudono piatte

Dopo una prima parte incerta, chiusura di ottava intorno alla parità per le borse europee. Tra le cause della risalita troviamo le indicazioni migliori delle stime arrivate dai dati macro: …

USA

Wall Street apre sotto la parità

Apertura in flessione per Wall Street in scia alle nuove minacce della Corea del Nord di un possibile lancio missilistico. Col riemergere delle tensioni geopolitiche torna la cautela sui listini …