1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Seduta pesante per Milano, l’S&P/Mib chiude sotto quota 30500

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta decisamente negativa per Piazza Affari, che si è dapprima mossa verso il basso in scia ai principali mercati europei, amplificando successivamente le perdite all’apertura di una Wall Street colpita da alcuni warning societari. Lo S&P/Mib ha ceduto l’1,64% a 30464 punti e il Mibtel l’1,75% a 23601 punti, con ribassi che hanno coinvolto praticamente tutti i settori. Tra i casi di giornata, Tiscali ha perso il 7,2% a 2,2475 euro dopo un articolo di stampa secondo cui Vodafone non avrebbe ancora formalizzato l’offerta per gli asset del gruppo. Forte discesa anche per il titolo Seat Pagine Gialle (-7,1% a 0,0855 euro), peggior titolo all’interno dell’S&P/Mib.
Ma ribassi attorno ai 4 punti percentuali hanno interessato anche Bulgari, StMicroelectronics e Mediobanca. Il segno meno è stato comunque generalizzato e ha colpito tutti i componenti dell’S&P/Mib. Ha tenuto invece il titolo Generali (-0,3% a 25,13 euro). Il gruppo triestino ha scelto di non commentare le indiscrezioni di stampa su possibili acquisizioni all’estero che sarebbero state vagliate, sempre secondo i rumor, durante il comitato esecutivo svoltosi ieri. Tra i titoli minori in controtendenza Cell Therapeutics (+3,6% a 0,3445 euro), che ha annunciato oggi un accordo con Bayer Schering Pharma per l’accesso ai dati dello studio clinico FIT di fase III con Zevalin.