1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Seduta negativa a Wall Street

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Nonostante le tensioni geopolitiche e la paura di contagio che serpeggia in Europa, Wall Street è riuscita a chiudere la seduta lontana dai minimi. A livello settoriale segno più per i titoli legati ai trasporti (+0,51%), al comparto energetico (+0,4%) e per i finanziari (+0,37%). Scarna l’agenda macro. In calendario il solo indice che misura l’attività manifatturiera nell’area di Dallas, salito a novembre a 16,2 punti. Intanto il Presidente Obama ha proposto il congelamento dello stipendio dei dipendenti federali per 2 anni. La misura è destinata a ridurre il deficit federale e secondo i proponenti farà risparmiare 2 mld nel 2011, 28 mld nei prossimi cinque anni e oltre 60 miliardi in 10 anni. Il Dow Jones ha chiuso in calo dello 0,36% a 11.052,49 punti, -0,14% dello S&P a 1.187,76 e -0,37% per il Nasdaq a 2.525,22. Dopo il Black Friday, secondo la National Retail Federation le vendite al dettaglio del week end del “venerdì nero” sono aumentate a 45 miliardi di dollari (+4,5% a/a), è stata la seduta del Cyber Monday, il giorno dedicato agli acquisti online, visti in crescita del 10% annuo. Bene Amazon.com, che si è portata a casa l’1,29% sostenuto anche dall’innalzamento del prezzo obiettivo annunciato da Susquehanna. Tra i retailers tradizionali +0,2% per Wal-Mart, che ha presentato un’offerta da 2,3 mld per acquisire il 51% della sudafricana Massmart e -1,12% per Starbucks, che ha deciso di interrompere la partnership strategica con Kraft Foods (-0,36%), accusandola di gestire male le vendite di caffè. Segno meno anche per Boeing (-0,68%). Jp Morgan (+1,09%) ha tagliato le stime di eps 2011 del colosso dei cieli: -30 centesimi a 4,35 dollari, in scia ai sei mesi di ritardo nella costruzione del 787 Dreamliner. Sempre per quanto riguarda i giudizi, il Credit Suisse ha promosso il colosso delle spedizioni FedEx (+4,67%) ad “outperform” dal precedente “neutral”. In crescita anche il prezzo obiettivo, che da 98 è salito a 111 dollari.