1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Seduta interlocutoria per i listini Usa

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta all’insegna della cautela per le borse statunitensi in attesa dei dati sull’andamento del mercato del lavoro. Il Dow ha terminato di poco sotto la parità (-0,09%) a 12.705,41 punti, +0,11% per lo S&P a 1.325,54 e +0,4% del Nasdaq a 2.859,68. Per quanto riguarda i dati macro, indicazioni migliori delle attese dalle nuove richieste di sussidio, scese più delle attese a 367 mila. Inferiore alle stime anche il dato preliminare relativo la produttività del quarto trimestre, salita dello 0,7% (consenso +1%), mentre il costo del lavoro è cresciuto dell’1,2% (attese +0,9%).

Dal fronte societario due velocità per MasterCard (+6,7%) e Cigna (-3,39%). La prima ha messo a segno una crescita dell’utile adjusted del 24% a 514 milioni di dollari mentre i profitti della seconda sono scesi a 290 milioni. Due velocità anche per Viacom (-0,6%) e per Qualcomm (+1,96%) che hanno rispettivamente registrato utili per 212 milioni (da 610 mln) e per 1,4 miliardi (da 1,17 miliardi). Sempre tra le società che hanno annunciato i conti, +2,6% per Kellogg’s e -0,49% di Merck. In evidenza anche i retailers, che oggi hanno presentato i dati di vendita relativi il mese di gennaio. Rally per Gap (+10,64%), Big Lots (+8,27%), Rite Aid (+7,14%) e Macy’s (+3,65%). Profit warning invece per Abercrombie & Fitch (-13,73%). +1,15% invece per Dell che ha capitalizzato la doppia promozione arrivata da Jp Morgan (-0,13%) a “overweight”.