1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Notizie Italia ›› 

Seduta generosa per SanPaolo Imi

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta generosa per SanPaolo Imi. Il titolo dell’istituto torinese sfoggia un rialzo dell’1,70%, testando quota 9,58 euro. Forti i volumi: sono infatti passate di mano già 4,3 milioni di azioni contro una media giornaliera del 5 milioni di azioni. “Si è riacceso l’interesse del mercato sul comparto finanziario a ben vedere”, dice un’operatrice. “Il tutto è successo sull’onda degli straordinari risultati della Popolare di Verona e Novara. Numeri, che hanno rasserenato gli animi. Il mercato sapeva che la Popolare avrebbe dato buoni risultati, ma probabilmente voleva sentirselo dire. Le banche sono state a lungo sottovalutate e ora qualcuno ha iniziato a ragionare”. E tornando a SanPaolo? “E’ una banca particolarmente forte con una buona storia di ristrutturazione e non ha problemi di asset quality. Soprattutto vanta delle somiglianze con la Popolare di Verona e Novara: ha assorbito Banca Cardine, testimonial del nord-est. Un nord est che è stato la chiave di volta dei dati di bilancio della Popolare”, snocciola l’esperta. Ma non solo. “SPI sta lavorando in sordina sul fronte del finanziamento al settore pubblico attraverso la controllata Banca Opi, che ha a sua volta partecipazione in Dexia, che ha rilasciato ottimi dati di bilancio proprio nel settore pubblico”. E infine rimane da sfogliare il capitolo cambio di poltrone. “Al mercato piace il toto-nomina per la poltrona di direttore generale di SPI. Si dice arriverà Nagel da Mediobanca”, ricorda l’operatrice. “Una mossa che dal punto di vista strategico darebbe ancora più spicco alla banca”.