Seduta fruttuosa per Tiscali, ma la dismissione non convince gli analisti

QUOTAZIONI Tiscali
FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Seduta fruttuosa per Tiscali. Il titolo dell’Isp sardo ha tagliato il traguardo in corsa sul listino del Nuovo Mercato, portandosi in crescita dell’1,13% a quota 2,335 euro. Ma è un rialzo senza convinzione: sono infatti state scambiate appena 3,6 milioni di azioni contro una media giornaliera delle ultime trenta sedute pari a 11 milioni di azioni. La società dell’ex patron Renato Soru ha annunciato a mercato aperto di aver ceduto la propria controllata svizzera locale, Smart Telecom, a un prezzo di 5,3 milioni di euro in cash. E gli analisti che dicono? “La controllata svizzera ha chiuso l’anno scorso con un fatturato pari a 19 milioni di euro. Non ho la situazione completa, ma posso dire che la cessione è avvenuta sulla base di un multiplo pari a 0,2-0,3 contro multipli pari a 0,7-0,8 delle dismissioni precedenti”, commenta un analista di una prestigiosa casa d’affari. Dunque: “la cessione di oggi non è stata proprio un affare. Tiscali ha incassato una cifra piccola, che avrà un impatto limitato”.