1. Home ›› 
  2. Notizie ›› 
  3. Indici e quotazioni ›› 

Seduta debole a Wall Street

FACEBOOK TWITTER LINKEDIN

Dopo i massimi da più di due anni gli operatori hanno approfittato di una seduta scarica di indicazioni per prendere qualche profitto, mentre dall’altra parte dell’Atlantico sono tornate protagoniste le tensioni legate all’andamento delle finanze pubbliche irlandesi. Il Dow ha così chiuso in calo dello 0,33% a 11.406,84 punti, -0,21% per lo S&P a 1.223,25 punti e parità (+0,04%) per il Nasdaq a 2.580,05. Nel corso della seduta il Dipartimento del Tesoro statunitense ha allocato titoli a 3 anni per 32 mld di dollari con un rendimento dello 0,575%, dallo 0,569% precedente. A livello societario, riflettori puntati sull’accoppiata AOL-Yahoo! (+4,74% e +1,08%), con la prima che secondo il Wall Street Journal starebbe studiando un’alleanza con il colosso di Sunnyvale. Sempre secondo quanto riportato dal WSJ alcuni fondi di Citigroup (-1,16%) sarebbero finiti sotto la lente della Sec, che starebbe accertando se l’istituto aveva avvertito gli operatori sui rischi connessi all’acquisto degli strumenti finanziari. Per quanto riguarda l’M&A, parità per Eli Lilly (+0,03%, Moody’s ha ridotto il rating da A1 a A2), che ha acquisito Avid Radiopharmaceuticals per 300 mld di dollari, mentre segno più per Amazon.com (+0,71%), che ha raggiunto un accordo per acquisire Quidsi (Diapers.com e Soap.com) per 500 mln cash. Dal fronte trimestrali, -2,66% per Sysco, che nel I trimestre 2011 ha registrato ricavi in crescita del 7,4% e utili in calo dell’8,3%, e -1,75% per Berkshire Hathaway, che tra luglio e settembre ha guadagnato quasi 3 mld (dai 3,24 miliardi precedenti). Indicazioni positive invece da Chrysler (Fiat), la cui perdita nel terzo trimestre è scesa a 84 mln (dai 172 mln del secondo trimestre). E infine Microsoft, scesa dello 0,15% a 26,81 dollari. Ad indebolire il titolo la notizia che il Ceo Ballmer nelle ultime sedute ha venduto 49,3 milioni di azioni del gruppo.